News

 
 
 
 

News

indietro

indice

avanti

7 Novembre 2007

Dal 1° Gennaio 2008 tutti i pagamenti indicando il codice IBAN

Dal 1° gennaio 2008 sarà adottato l’IBAN come standard per identificare il conto corrente. È ora di controllare la carta intestata e di verificarne la completezza dei dati.

Il progetto SEPA (Single Euro Payments Area), l'Area unica dei pagamenti in Euro, è un progetto paneuropeo che, per importanza e ampiezza, può essere paragonato al passaggio all'Euro.
L'obiettivo primario è trattare tutti i pagamenti come domestici (nazionali), in modo uniforme in termini di rapidità, sicurezza e convenienza. Sarà adottato l'IBAN (International Bank Account Number) come unico codice identificativo valido del conto corrente.

A partire dal 1° Gennaio 2008:

- l' IBAN sarà adottato come unico standard per l'identificazione del conto corrente da utilizzare nell'esecuzione dei pagamenti nazionali (bonifici ed incassi), indipendentemente dall'importo di tali trasferimenti, in coerenza con quanto già stabilito a livello europeo per i pagamenti transfrontalieri (cioè verso Paesi membri dell'Unione Europea);.

- le vecchie coordinate bancarie nazionali (BBAN) non risulteranno più utilizzabili a tal scopo ed il relativo standard (CIN + ABI + CAB + n. conto corrente) resterà valido unicamente per la determinazione del segmento BBAN (acronimo per Basic Bank Account Number) incorporato nel codice IBAN;

- solo i pagamenti recanti un IBAN formalmente valido saranno considerati eseguibili nel circuito interbancario, senza oneri aggiuntivi, fatte salve eventuali eccezioni che potranno essere previste dalle regole interbancarie per specifiche esigenze del servizio. Si prevede sin d'ora che l'applicazione della penale interbancaria avverrà con decorrenza dal 3 Giugno 2008.

Perché aggiornare la carta intestata al più presto?

Suggeriamo ai nostri Clienti di inserire al più presto nella loro modulistica (fatture etc) il codice IBAN delle banche su cui sono appoggiate le loro transazioni commerciali, in modo che tutti gli incassi possano andare a buon fine velocemente, senza errori e senza costi aggiuntivi.

Questa è una buona occasione per la revisione di tutti i dati contenuti nella carta intestata, come, ad esempio, la verifica della presenza del codice fiscale (se diverso dalla partita IVA), obbligatorio per Legge ed utile per la compilazione degli elenchi Clienti/Fornitori.

Contattaci per richiedere informazioni e preventivi.

indietro

indice

avanti

Documentazione

Banca Centrale Europea - Progetto SEPA

Clicca qui per richiedere informazioni.